Home » Ricette » lievitati » Panzerotti

Panzerotti

Posted by Mar 25,2016 0 comments

Panzerotti

Panzerotti

 

Questa è, insieme alle orecchiette e alla focaccia, la ricetta che più rappresenta la città di Bari. I vicoli della città la sera si riempiono del suo odore, ogni bar, pizzeria o forno li prepara ma non li troverete già pronti, perché il vero segreto del panzerotto barese è la cottura al momento, vi verrà servito rigorosamente bollente!!! Dire che è una goduria è riduttivo, è l’apoteosi della golosità. Unica regola prodotti di prima qualità.

Ingredienti per circa 15 panzerotti:

  • 250 gr di farina di semola rimacinata
  • 250 gr di farina 0 debole
  • circa 280 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • 10 gr di sale
  • 4 gr di lievito secco o 8 gr di ldb fresco
  • circa 150 gr di scamorza
  • 50 ml di passata di pomodoro rustica
  • olio,sale e origano
  • olio per friggere

Preparazione:

Gli ingredienti non sono molti, ma è importante la qualità. Io ho usato un’ottima farina di semola e la scamorza è rigorosamente scamorza pugliese!

Passiamo alla preparazione, Versiamo in planetaria la farina, il lievito e poco per volta l’acqua. Verso la fine della lavorazione aggiungiamo il sale e l’olio. Lavoriamo l’impasto fino ad ottenere una palla liscia e soda. Copriamo la ciotola con della pellicola e lasciamo lievitare fino al raddoppio. Ci vorranno diverse ore. Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il volume, lo andremo a dividere in palline di circa 100 gr .Formate le nostre palline, le lasceremo riposare per circa un’oretta, coperte da un canovaccio. Nel frattempo prepareremo il ripieno.

Tagliamo a piccolissimi pezzi la scamorza, a questa aggiungiamo la passata di pomodoro, un pizzico di sale e dell’origano. Mescoliamo e poniamo a scolare in uno scolapasta. Cosi da eliminare l’acqua. Questa operazione è importantissima, perché se lasciamo l’acqua, questa in cottura ci farà esplodere il panzerotto, creando non pochi danni.Trascorso questo tempo passiamo alla stesura e cottura. Piccolo ma importantissimo consiglio. Preparate due, massimo tre panzerotti alla volta e friggeteli immediatamente. Io vi consiglio di dividere i compiti con qualcuno, per esempio una persona stende e farcisce i panzerotti e un’altra li frigge. Perché se lasciamo troppo tempo il panzerotto crudo e farcito, la farcia molto umida mi andrà a bucare il panzerotto, rendendo la sua cottura impossibile. Altro fondamentale consiglio è la sigillatura che deve essere perfetta. Quindi, stendiamo la pallina con l’aiuto di una mattarello, non troppo sottile, poniamo all’interno un cucchiaio abbondante di farcia, inumidiamo i bordi e sigilliamo il panzerotto.Una volta pronti e sigillati li dovremo immediatamente friggere in abbondante olio ben caldo. Ora per quanto riguarda l’olio io vi consiglio di usare metà olio di arachidi e metà olio di oliva. Immergiamo i panzerotti e prima che si iniziano a gonfiare li dovremo girare. Non aspettate troppo a girare il panzerotto, perché altrimenti si formerà un’enorme bolla che potrebbe scoppiare!

A questo punto possiamo finalmente gustarci il nostro panzerotto, caldo, anzi bollente ma troppo troppo buono!

Leave Your Comment

Your name *

Your website

Your comment *

* Required Field

  • Un pizzico di me

    Mi chiamo Gabriella, sono pugliese ma ormai da anni vivo a Trieste. Questo blog vuole essere un contenitore di tutte le mie ricette, vecchie e nuove, dei miei esperimenti culinari e di tutto quello che ho imparato. Ma soprattutto di quello che la vita mi vorrà ancora insegnare. Unico ingrediente che andrà ad amalgamare il tutto sarà il rispetto. Rispetto per il cibo, la sua stagionalità e la semplicità nel prepararlo. Non sono uno chef e ne mai lo sarò, sono solo un’amante della buona tavola e del buon vino che ha voglia di condividere questo con il mondo. Buon appetito e buona vita a tutti.
  • Join Socials

  • Articoli recenti

  • Commenti recenti

  • Le Bloggalline


  • L’Italia nel piatto

     

  • Associazione Italiana Foodblogger